4/20/2006

 

Una certa idea dell'agricoltura

La sensazione è che il settore sia perdente per definizione, per autoaccettazione del declino.
Il male assoluto che avvelena l'agricoltura si chiama PAC, politica agricola comune. Assorbe il 40 % del bilancio UE e in pratica serve a sovvenzionare le produzioni agricole, sia come miglioramento dlle condizioni di vita rurali, sia, e qui c'e' il cancro, come sostegno ai prezzi.
E' pur vero che senza sostegno ai prezzi molti agricoltori sarebbero spariti, che si sarebbero create situazioni di crisi più o meno lunghe, ma la sovvenzione ha fatto sì che si siano potute trattenere nel mercato aziende completamente inutili, arcaiche, senza alcun legame con la realtà del mercato che è quella di fare un prodotto che serve, farlo meglio degli altri, e se possibile (ma neanche sempre necessario) a prezzi contenuti.
Prendete il settore vino, che è quello che conosco meglio. Qui la logica è: facciamo di tutto per contenere le produzioni e così i prezzi del prodotto saranno sostenuti. Peccato che poi al tempo stesso ogni qualvolta che ci sono eccedenze si danno delle sovvenzioni per la distillazione di crisi. Quindi produrre di più cose che non si possono vendere diventa per qualcuno conveniente.
E se si togliessero le sovvenzioni e anche gli aiuti?
Troppo semplice, o no?

Comments: Posta un commento



<< Home

This page is powered by Blogger. Isn't yours?